Tutto pronto a Pesaro per i Tricolori Indoor Para-Archery 2019

Presentato oggi presso il Mercure Hotel di Pesaro il XXXII Campionato Italiano Indoor Para-Archery. Domani il via alle gare. Domenica le sfide per i tricolori assoluti in diretta su YouArco. Una sintesi della gara nei prossimi giorni su Rai Sport

Si è svolta questa mattina presso il Mercure Hotel di Pesaro la conferenza stampa del XXXII Campionato Italiano Indoor Para-Archery che prenderà il via domani, sabato 2 febbraio, presso il Pala Nino Pizza di Pesaro. Dopo la gara di qualifica che assegnerà i titoli italiani di classe, domenica 3 febbraio la giornata conclusiva con gli scontri diretti che assegneranno i Tricolori assoluti delle varie categorie in gara: ricurvo open, compound open, W1, Visually Impaired 1 e Visually Impaired 2/3. 
In gara oltre 90 arcieri e, tra questi, oltre alle classi giovanili, i migliori arcieri azzurri da tempo a lavoro per preparare i Mondiali che si disputeranno la prima settimana di giugno in Olanda dove saranno in palio, oltre ai titoli iridati, anche i pass per i Giochi Paralimpici di Tokyo 2020. 

La competizione verrà seguita in diretta su YouArco, il canale ufficiale youtube della FITARCO, sia nella giornata di sabato per la gara di qualifica che domenica, per le finali. Una sintesi delle finali verrà trasmessa nei prossimi giorni su Rai Sport +HD.

I relatori della Conferenza Stampa

GLI AZZURRI AL VIA A PESARO
Ricurvo – 
Sulla linea di tiro si schiereranno tutti gli arcieri che negli ultimi anni hanno reso grande la Nazionale. Nell’olimpico ci saranno  Stefano Travisani (Fiamme Azzurre) e Roberto Airoldi (Arcieri Cameri), entrambi sul podio a Palermo nell’ultima edizione. Al via anche il trio del Gruppo Sportivo Paralimpico della difesa formato da Fabio Tomasulo, Bonaventura Bove e Roberto Punzo. Correrà per il Tricolore anche l’azzurro Giulio Genovese (Dyamond Archery Palermo). 
Lotta aperta al femminile, iscritte ala gara tutte le atlete nel giro della Nazionale: Elisabetta Mijno (Fiamme Azzurre), Veronica Floreno (Dyamond Archery Palermo) e Kimberly Scudera (Arco Club Gela), insieme a loro c’è anche la vicecampionessa in carica Vincenza Petrilli (Aida). 
Compound – A Pesaro il mondo del compound italiano riabbraccerà il suo campione: in campo scenderà anche Alberto Simonelli (Fiamme Azzurre), che dopo un periodo difficile a causa degli infortuni è tornato a gareggiare nel 2019 piazzando subito il nuovo record mondiale sulle 60 frecce nella tappa delle Indoor World Series di Nimes. Dopo il successo internazionale, il fenomeno azzurro proverà a prendersi anche il titolo italiano ma di fronte avrà un’agguerrita concorrenza partendo dai compagni di squadra con cui ha vinto il titolo mondiale a squadre  Matteo Bonacina (Arcieri Castiglione Olona) e Giampaolo Cancelli (Arcieri Torrevecchia). 
Insieme a loro il campione in carica Paolo De Venuto e un grande ritorno. Tra i 5 atleti che hanno richiesto la classificazione c’è infatti Marco Vitale che si cimenterà nel compound dopo essere stato uno dei pilastri della Nazionale nel ricurvo. Tra i suoi successi vanno ricordate le medaglie d’argento nell’ individuale e di bronzo a squadre vinte ai Giochi di Pechino 2008 con Oscar De Pellegrin e Mario Esposito, anche lui in gara a Pesaro ma nell’olimpico.
Nel compound femminile si annuncia battaglia aperta tra Maria Andrea Virgilio (Dyamond Archery Palermo), Eleonora Sarti (Fiamme Azzurre) e Giulia Pesci (Arcieri Ardivestra).
W1 – Azzurri in prima fila anche nel W1 con Fabio Luca Azzolini (Arcieri Montale), Daniele Cassiani (Arcieri Fivizzano) e Salvatore Demetrico (Dyamond Archery Palermo) pronti a correre per il titolo, senza dimenticare che nella stessa gara è iscritta la giovane e promettente Asia Pellizzari (Arcieri Del Castello).
Visually Impaired – Tra i Visually Impaired 1 grande attesa per Matteo Panariello (Arcieri Livornesi), campione europeo in carica e recordman mondiale, che dovrà stare attento a Barbara Contini (Arcieri San Bernardo), finalista l’anno scorso. 
Ai blocchi di partenza nella categoria 2/3 Marina Capria (Arcieri Tor di Quinto) e Ivan Nesossi (Non Vedenti Milano Onlus) sul podio l’anno passato insieme al campione in carica e vicecampione europeo Giovanni Maria Vaccaro (Dyamond Archery Palermo). 

I CAMPIONI USCENTI
A Palermo l’anno scorso nell’arco olimpico maschile ha brillato la stella di Fabio Tomasulo (GSPD), vincitore del primo Tricolore in carriera. Decisamente diverso lo score della campionessa al femminile Elisabetta Mijno (Fiamme Azzurre), sette i titoli in carriera con quello di Palermo che impreziosiscono una bacheca ricca di podi anche a livello internazionale.
In Sicilia è stata la prima volta di Paolo De Venuto (Frecce Azzurre), campione italiano compound maschile, mentre al femminile terzo trionfo in carriera per Giulia Pesci (Arcieri Ardivestra).
Nel W1 il campione uscente è Salvatore Demetrico (Apple Club Camporotondo) che è tornato al successo dopo il Tricolore del 2016. 
Per quello che riguarda i VIsually Impaired 1 il campione in carica è Matteo Panariello (Arcieri Livorno) mentre nella categoria categoria 2/3 l’anno scorso a prendersi il titolo è stato Giovanni Maria Vaccaro (Dyamond Archery Palermo).
Tra le squadre trionfo casalingo per la Dyamond Archery Palermo che è riuscita a vincere il Tricolore davanti al pubblico amico grazie alle frecce di La Rosa, Genovese e Arcieri.

Per seguire le gare:

Lascia un commento

Powered by Drop-web.com